STAY HIGH

Il cervello sotto LSD



Dal 1938, data in cui fu per la prima volta sintetizzato l'LSD, ad oggi non sappiam ancora nulla degli efetti sul cervello. O meglio, esistono studi psicologici e esperimenti terapeutici che sottolineano l'utilità nel trattamento di schizofrenia e complessi di persecuzione, ma questi sono tutti antecedenti al trattato ONU sulle sostanze psicoattive del 1971, che ne ha vietato la ricerca medica ritenendolo "non terapeutico" e "dannoso". Ma nel 2014 uno studio, finanziato su internet tramite crowdfounding, cui potete partecipare qui, ha raccolto 50.000 sterline, iniziando una serie di letture del cervello sotto LSD (sintetizzato in laboratorio, non il tipo di cartone che si trova in strada).

Queste immagini non sono ancora pubbliche, lo studio dovrebbe essere pubblicato ad Ottobre di quest'anno. Lo studio è condotto dai ricercatori David Nutt e Robin Carhart-Harris all’Imperial College di Londra, in comunione con la Beckley Foundation, un’organizzazione che aiuta a finanziare ricerche su sostanze psicoattive controllate, e lavora per riformare la politica sulle droghe. 
Il loro obiettivo è far ripartire la ricerca su un argomento da tempo reso "taboo", poichè la conoscenza è la prima necessità per poter discutere seriamente di un'eventuale desanzionalizzazione o utilizzo terapeutico.
Stanno avendo problemi poichè le ricerche mediche costano e non ricevono sussidi dal Regno Unito, che ritiene l'LSD una droga pesante e pertanto dannosa e senza potenziale terapeutico di sorta.

Attendiamo con ansia i risultati per quella che sarà una prima assoluta: vedere un cervello sotto LSD!!!



Nessun commento:

Item Reviewed: Il cervello sotto LSD Rating: 5 Reviewed By: Ozy Mandias