STAY HIGH

Amsterdam: la guida completa

Amsterdam è per molti di noi la meta da sogno che ad ogni estate si vorrebbe visitare, la mecca del fattone, il paese dei balocchi!
Non dovete pensare a questa città solo come ad un posto fantastico dove è possibile fumare o dove si possono acquistare salvia, funghetti, ecc. Amsterdam è molto più di tutto ciò e offre altro oltre ai famosi e frequentatissimi coffeeshop.


Il rischio è quindi quello di passare la propria vacanza nella capitale olandese stando tutto il giorno chiusi in qualche coffee, uscendo solo per far serata tra le vie del grande centro turistico e cittadino.
Di seguito cercherò di illustrarvi le maggiori attrazioni di Amsterdam, dai parchi, alle birrerie, fino ad arrivare ai musei e ai tanto amati coffee.

LA CITTA'
La città è una tra le più particolari e belle capitali d'Europa e del mondo, viene chiamata la “Venezia del nord” a causa dei suoi numerosissimi canali che scandiscono i quartieri del centro cittadino e che risalgono al XII sec. (dal 2010 patrimonio dell'umanità).
Amsterdam possiede inoltre uno dei maggiori centri rinascimentali di tutta Europa, potrete notare infatti un'infinità di edifici storici risalenti al XVI e XVII sec., disposti intorno ai numerosi canali semicircolari che abbracciano il centro.


Anche per quanto riguarda l'architettura moderna e contemporanea Amsterdam è sempre stata una delle città più avanzate d'Europa. Con i piani urbanistici del rinascimento fino ad arrivare al più avanzato di inizio '900 la città assume la sua caratteristica forma a ventaglio, scandita da canali, fasce verdi e quartieri; alcuni di impronta razionalista e tutti dotati di una forte identità.


Negli ultimi anni sono stati costruiti alcuni nuovi quartieri residenziali ed edifici ispirati ad un design contemporaneo, resi molto particolari dall'attitudine degli architetti Olandesi ad un tipo di progettazione estroso (chissà quante canne si fumano prima di iniziare a progettare).


Insomma, questa città è piena di fascino ed è quindi un ottimo passatempo girarla in lungo e in largo a piedi, senza avere una meta precisa, passando di strada in strada, osservando i caratteristici edifici in mattoni, soffermandosi su una delle panchine poste sui canali, attraversando ponti, aree verdi e piazze monumentali.


BIRRERIE E LOCANDE
Per conoscere al meglio la cultura musicale, culinaria e sociale olandese ottimi posti da visitare sono le birrerie e le locande più tradizionali e caratteristiche della città.
Birrificio Brouwerij't IJ
Brouwerij 't IJ è un ottimo birrificio ricreato in un mulino, un po' fuori dal centro città ma ben collegato con i mezzi e a circa 20-25 minuti a piedi dalla stazione.
L’ex mulino per farina è uno dei sei mulini originali rimasti ad Amsterdam, ed il più vicino al centro storico. Costruito nel 1725, è stato spostato nel 1814 per continuare a fruire del vento (che era stato bloccato da nuove costruzioni).
Aperto nel 1985 dall’ex musicista Kaspar Peterson, il birrificio offre una selezione di birre stagionali e speciali, oltre alle qualitá presenti tutto l’anno. Dietro al bancone c'è una vetrata dove si vedono le cisterne dove sono contenute le birre da loro prodotte. Tutte le birre sono certificate biologiche e sono in vendita al pubblico nel pub, aperto ogni giorno dalle 15 alle 20. E' uno dei pochi locali ad Amsterdam dove è possibile bere della birra non commerciale (vedi Heineken e Amstel), oltretutto con pochi turisti e molti olandesi.
In estate, la bella terrazza esterna è letteralmente presa d’assalto.
Le visite guidate alla birreria si tengono il venerdì, il sabato e la domenica (la vendita dei biglietti inizia alle 14:00).


Birreria De Prael
La birreria De Prael si trova nel cuore pulsante del centro di Amsterdam, a pochi passi dal Red Light District e alle spalle di Piazza Dam, precisamente in Oudezijds Armsteeg 26.
Il De Prael è birrificio, negozio e sala degustazione oltre che ristorante. Tutte le birre sono prodotte con metodi biologici, coltivando direttamente avena e orzo. Realizzano ben otto birre differenti, tutte in loco e i prezzi sono insolitamente bassi per essere una birreria in pieno centro Amsterdam.
Degno di nota è il ristorante che offre una vasta scelta di piatti tipici della cucina olandese. In stagione i molluschi sono davvero buoni, ma anche i piatti a base di aringa (piatto nazionale) e lo stufato con patate, che in molti dicono essere il migliore di Amsterdam.
Come tutti i ristoranti della città per cenare conviene andare sul presto perché alle 22:00 la cucina è già chiusa.
Io consiglio di andarci dopo aver fumato un bel cannone, perchè birra artigianale, cibo tipico olandese ed erba sono una delle combinazioni migliori di Amsterdam!
A volte verso sera si trova anche musica live, che spesso è blues o jazz.


Altre birrerie caratteristiche e storiche di Amsterdam sono: il Butcher's Tears, il  Brouwerij Troost e il Jopenkerk.
I MERCATI
Albert Cuyp Market
Il più grande mercato di strada di Amsterdam; si presenta come uno scenario caotico di fiori, frutta e verdura fresca, pesce, capi di abbigliamento, formaggio olandese e i vari stand che offrono il caratteristico cibo da strada locale.
L'Albert Cuyp Market è nato nel 1904, e adesso si sviluppa con trecento bancarelle per lato su circa 3Km lungo l'omonima via del movimentato quartiere De Pijp. Si anima ogni giorno dalle 9 alle 17, eccetto la Domenica e i prezzi sono i più bassi di tutta la città.
L’atmosfera è immediatamente profumata, e ci si lascia avvolgere con piacere dal calore che emana durante l’inverno. Un caleidoscopio di colori, tra banchi di pesce freschissimo, frutta, verdura, spezie ed infusi da ogni angolo del mondo, fatti per accontentare la grande varietà di persone che popolano la città.
Un consiglio è quello di passare un pranzo diverso dal solito, acquistando del tipico cibo olandese, che si trova facilmente tra le bancarelle del mercato:
-Poffertjes: piccole, soffici, dolci frittelle.
-Gli Stroopwafel: mega biscotti creati da una pallina simile alla pasta frolla che si trasforma in due cialde di wafer fumanti.
-Una grande varietà di zuppe e vellutate di verdure, tra cui la Tomatensoep met balletjs, una zuppa di pomodoro arricchita da polpettine di carni differenti.
-Kip met pindakaas: mono-porzioni di spiedini di pollo con salsa a base di burro d’arachidi.
-Le immancabili patate tagliate fresche e poi fritte, servite in enormi coni di carta e vendute ad ogni angolo delle strade e il classico panino con aringa cruda.
Insomma, le scelte sono numerose, diversificate per tutti i gusti, tipiche del posto e soprattutto molto buone.


Bloemenmarkt
Se siete degli amanti dei fiori, una delle prime soste ad Amsterdam dovrebbe essere al Bloemenmarkt inaugurato nel 1862 e altrimenti conosciuto come il mercato dei fiori galleggiante. Questo è situato lungo il canale Singel, uno dei principali canali della città, in pieno centro. Non importa in quale periodo dell'anno ci andiate, le bancarelle avranno sempre fiori freschi di stagione. Sole o pioggia, estate o inverno, il mercato dei fiori di Singel è uno dei luoghi più colorati e fragranti di Amsterdam. Tutte le bancarelle si trovano su chiatte galleggianti lungo il canale. I bulbi sono ordinati per colore dei tulipani e per tipologia (Amarillis, calle, aglio gigante e altro ancora) e sono in vendita sia sfusi sia in confezioni varie.
E' possibile visitare il mercato galleggiante dei fiori ogni giorno feriale, compreso il sabato tra le 9.00 e le 17.30 e di domenica tra le 11.00 e le 17.30.


I PARCHI
Amsterdam è una città ricca di parchi, sulla mappa della città se ne possono addirittura contare oltre 30.
Westerpark
Parco non troppo grande con laghetto centrale. Collegato al parco si trova l'importante complesso della Westerngasfabriek (ex fabbrica del XIX sec.) che oggi ospita ristoranti e cafè dall'atmosfera molto artistica, gallerie d'arte, cinema, spazi per eventi. Attorno al complesso si estende un'ampia area verde che conviene girare in bicicletta.


Frankendael
Parco abbastanza famoso che pende il nome della famiglia nobile proprietaria dalla grande villa neoclassica che si trova all'entrata. Dal XIX sec. Sono presenti nel parco anche serre e il giardino botanico. Il parco è disegnato con un fitto sistema di sinuosi sentieri e ponticelli che guidano il visitatore alla scoperta della grande varietà di erbe e piante presenti.


Giardino botanico
L’orto botanico di Amsterdam è uno degli orti botanici più antichi al mondo, fondato nel 1638 per fungere da giardino di erbe medicinali per medici e farmacisti.
Ci sono più di 6000 alberi e piante tropicali e indigene.
Nell’orto ci sono 3 serre che riproducono fedelmente i climi di 3 climi differenti, appunto per far vivere a loro agio le specie di piante tropicali e non che sono coltivate nell’orto.
Secondo me la visita qua merita tanto, in primis perché vi permette di vedere tante piante che avete potuto vedere solo nei libri o addirittura di scoprire nuove specie che non conoscevate.


Amsterdamse Bos
Un bosco artificiale ideato sotto il livello del mare. Fu realizzato negli anni '30 ed è molto esteso, ciò implica l'obbligo di noleggiare una bici se lo si vuole visitare. Il bosco è caratterizzato da laghetti, fiumi, ruscelli. E' anche possibile noleggiare canoe, andare a cavallo e rilassarsi nei vari cafè presenti nell'area.


Vondelpark
Vondelpark è assolutamente il più noto e probabilmente il più affollato parco della città in tutte le stagioni. Favorevole sicuramente è la posizione del parco (in pieno centro) e le sue molteplici attrattive, dal Museo del Cinema ai café e ristoranti fino agli spettacoli all’aperto durante l’estate. Per gli amanti dei fiori nella bella stagione si può ammirare un roseto in tutto il suo splendore; e solo camminando si incontrano sculture e installazioni d’arte contemporanee.
Il parco è all’incirca di forma rettangolare e progettato secondo lo stile inglese. Nel parco, si trovano numerosi giardini, laghetti, fontane, aiuole, spazi per giochi per bambini, alcune statue, circa 100 tipi di piante e circa 130 tipi di alberi.
Vi si trovano anche vari animali, come: anatre, mucche, capre, scoiattoli, ecc.
Tutto quest'insieme crea un'atmosfera di relax e tranquillità impareggiabile. Rimane uno dei migliori posti in città dove fermarsi per fumare l'ottima erba dei coffee olandesi.


I MUSEI
Amsterdam è famosa anche per la grande varietà di musei presenti al suo interno. Vi sono più di 50 musei tra cui scegliere, di ogni tipo e per ogni gusti; dal museo di Van Gogh al museo dei tatuaggi.
Esistono varie tipologie di tessere da acquistare per entrare in più musei pagando un prezzo fisso, se si vogliono visitare un buon numero di musei questa rimane la scelta migliore.
Rijksmuseum Amsterdam
E' il più grande museo d'Olanda, offre un estesa panoramica sull'arte olandese dal medioevo al rinascimento.


Stedelijk museum
Il più importante museo d'arte moderna e contemporanea di Amsterdam.


Van Gogh Museum
Al suo interno vi è la più grande collezione mondiale dedicate al pittore olandese.
Rembrandthuis museum
La casa dove il pittore visse dal 1639 al 1659 è oggi un museo che raccoglie, oltre a oggetti personali, un'ampia collezione di dipinti.


Amsterdam Tattoo Museum
Nel novembre 2011 ad Amsterdam è stato aperto L'Amsterdam Tattoo Museum, il primo museo al mondo interamente dedicato ai tatuaggi e a tutto ciò che riguarda questo fenomeno culturale. Si tratta della più grande collezione mondiale di tatuaggi, selezionati tra i migliori.
Il museo si trova in Plantage Middenlaan 62, zona orto botanico. E' all'interno di due ville del XIXsec, che conferiscono la giusta atmosfera all'esposizione. All'interno vi è anche una mostra permanente sulla storia del tatuaggio in tutte le sue forme, sull'oggi e sulle evoluzioni future.
Il prezzo d'ingresso è 10euro.


Cannabis College
Questo è uno dei musei/centri informativi da vedere assolutamente!
All’interno potete trovare tantissimi libri e materiali informativi (tradotti in diverse lingue) su cannabis medica industriale e ricreativa.
I ragazzi che gestiscono il “college” vi daranno tantissime dritte sui posti più cool di amsterdam e vi risponderanno a tutte le vostre curiosità sulla cannabis. Inoltre vi offrono la possibilità di vaporizzare la vostra erba gratuitamente e di stare li a leggere un buon libro o a trascorrere tranquillamente ore felici.
Consiglio a tutti la visita del “giardino” all’interno del college, con il pagamento di una piccola somma simbolica (3 euro circa) i ragazzi i faranno una dettagliata guida, parlando delle varietà e di tutte le curiosità che ci sono da dire sulle piante che coltivano.
Insomma io dico che la tappa merita anche solo per trascorrere un po’ di tempo con gente presa bene e farsi una bella svampata gratuita (che non si rifiuta mai). Inoltre anche la visita al giardino permette di sostenere economicamente un bel progetto, quindi esorto tutti a visitare anche il giardino.



I COFFEESHOP
In città ci sono più di 200 coffeeshop, di veramente famosi e di qualità ce ne saranno però solo una ventina. Andare in coffee poco conosciuti non è poi così una cattiva scelta; alla fine noi italiani, abituati come siamo alla bassa qualità dell'erba non facciamo più di tanto caso se quello che stiamo fumando ha vinto 10 cannabis cup o nessuna. L'importante è l'ambiente che un coffee offre, se entrando questo non vi convince non vi fate problemi, uscite e passate al prossimo coffee, ne avete a centinaia tra cui scegliere. 
La maggior parte dei Coffeeshop non vende alcolici, sono disponibili solitamente bevande analcoliche e snack. Tutti i Coffee hanno il proprio “menù” dal quale scegliere: esistono diversi tipi d’erba e hash, più o meno forti.
Ovviamente prima di entrare nel primo coffee che vi capita sarebbe meglio visitare i più conosciuti, in questo modo potrete finalmente provare la migliore erba al mondo e potrete fumare negli stessi locali in cui centinaia di migliaia di persone da tutto il mondo hanno fumato prima di voi. Su questi top coffee sono stati fatti da noi due articoli, potrete leggerli cliccando sulle immagini sottostanti.



Nessun commento:

Item Reviewed: Amsterdam: la guida completa Rating: 5 Reviewed By: Emanuele Kcaj