STAY HIGH

4 modi alternativi per rollare una canna

Primo di una serie di articoli incentrati sulle mille alternative possibili per fumare in cartina. Voi quale preferite?



1- Castello
Il più classico e semplice delle costruzioni, probabilmente la maggior parte di voi saprà già come costruirlo ma per completezza ho deciso di inserirlo comunque in questo articolo. 



E' semplicissimo: prendete una cartina lunga e ad una sua estremità incollatene unseconda, in questo modo formerete una L. 





Ora potete strappare completamente la carta in eccesso e trasformare una L in una semplice canna più lunga oppure, strappare solo metà della carta in eccesso, in modo da ottenere si una L (più pratica da chiudere) minimizzando la carta fumata.




2- Bandiera
Più che una costruzione bella da vedere, chiudere a bandiera è una tecnica che permette il minimo uso possibile di carta, questo significa meno carta da noi fumata con un conseguente guadagno in salute dei nostri polmoni.
Questa tecnica non ha passaggi particolarmente difficili ma richiede un po' di tempo per abituarsi ai movimenti da fare durante il rollaggio, per questo è consigliabile prima provare con drum in cartine corte e poi passare alle cartine lunghe. 



Prima di tutto prendete una cartina e giratela al contrario; la striscia di colla non dovrà più essere verso l'alto ma sarà girata verso il basso e dovrà stare sul lato di cartina più vicina al vostro petto: il lato opposto a dove solitamente lasciate la striscia di colla per chiudere un normale joint. 
Aggiungete la mista e il filtro, iniziate a rollare come se fosse una normale canna e arrivate alla fase della rollata in cui solitamente leccate la colla per poi chiudere.



Dovreste trovarvi quindi con la striscia di colla coperta da un'altro strato di carta, leccate proprio sulla colla un paio di volte. Una volta fatto questo tirate verso l'esterno la cartina che avanza, fate una piega esattamente prima dell'attaccatura colla-carta creando appunto una "bandiera", aspettate qualche secondo per far asciugare e strappate la carta in eccesso.



3- Cross Joint
E' una delle costruzioni più semplici ma scenografiche e belle da vedere. Non servono grandi quantitativi d'erba, in media può andare bene una volta e mezzo la mista di una vostra canna abbondante.



Il procedimento di costruzione non richiede particolari abilità e l'unico attrezzo che vi serve è una forbicina.
Prima di tutto rollate e chiudete una normale canna dalle dimensioni generose, una volta completata l'operazione prendete un'altra cartina e rollate una seconda canna. Questa dovrà essere più piccola della prima (circa metà di quella principale), non dovrà avere filtri e servirà a creare i due bracci laterali della croce. Ricordate di pressare bene i due joint, in modo tale che al momento dell'accensione e durante la fumata non vi siano strani tempi di combustione.



Finito di rollare le due canne avremmo la base per creare la nostra costruzione, l'unico passaggio mancante è quello dell'unione!
Scegliete il punto di unione in modo da creare un Cross Joint avente i tre bracci minori di uguale dimensione, permettendo così un perfetto incrocio dei "fuochi" durante la fumata.
Una volta deciso il miglior punto dove unire le due canne si passa alla fase di taglio. Si prendono le forbicine e si fanno due fori: più grandi e delle dimensioni sufficienti per fare passare la canna minore, dentro il joint principale, più piccoli e sufficienti a mettere in collegamento le due canne, a metà del joint minore. 



Non resta che unire le due canne facendo combaciare i fori, tappando i possibili buchi rimanenti con una striscia di colla presa da un'altra cartina. 
Il vostro cross joint è pronto per essere acceso! 



4- Carciofo - 
Dutch Tulip

E' una costruzione relativamente semplice e non troppo elaborata anche se di grande effetto. La quantità d'erba da usare varia molto dal numero di cartine impiegate per la costruzione, in media potrebbe essere considerata una quantità minima quella di 1.5/2g. Questa è la classica costruzione da condividere con un gruppo numeroso di amici, sia per quantità di erba usata (più farete grande il vostro carciofo meglio verrà), sia per quantità di materiale fumato ad ogni tiro, il carciofo infatti è uno dei metodi in cartina che più si avvicinano alla potenza del bong e del cilum (se notate la forma del carciofo è proprio quella di un braciere di carta). 




Non servono particolari materiali o utensili, solo un cartoncino per filtri abbastanza grande (circa 10cm x 2cm) e un pezzo di spago.
Per prima cosa fate un filtro lungo tra gli 8cm e i 10cm, attaccate due cartine una affianco all'altra sfruttando la colla di una delle due, piegate le due cartine in modo da creare un triangolo stando attenti a far combaciare perfettamente i lati. 
Premete bene la linea diagonale della piegatura  e incollate tra loro con cura i due bordi sovrapposti. Aprite la bustina triangolare così ottenuta, apritela e riempila con la mista lasciando un vuoto sufficiente perché rimangano un paio di centimetri di carta libera.



Inserite il filtro nella base del cono e fermatelo in posizione centrale e verticale, stringendogli intorno la carta rimasta libera e chiudendo bene con un pezzetto di spago. Capovolgete il tutto e ripiegate verso l'alto la carta rimasta sotto la legatura: oltre all'effetto decorativo, servirà a raccogliere le eventuali cadute di cenere durante la combustione.
Potete finalmente accendere e godervi in compagnia il vostro carciofo!


Nessun commento:

Item Reviewed: 4 modi alternativi per rollare una canna Rating: 5 Reviewed By: Emanuele Kcaj