STAY HIGH

I migliori Coffee-Shop di Amsterdam Pt.2


Secondo articolo di una serie di tre nei quali si vuole indicare a chiunque abbia intenzione di andare nella città dei balocchi, i migliori coffee da visitare. Nel primo articolo  sono stati descritti: Greenhouse, Barney's, Dampkring e Mellow Yellow. In questa seconda parte verranno descritti altri tre ottimi coffee, meno premiati rispetto ai primi ma sempre top quality!

GREY AREA


Il Grey Area, è un piccolo coffee shop gestito da due ragazzi americani che nel corso degli anni hanno saputo costruire un locale unico e inconfondibile. E' situato a tre minuti a piedi da piazza Dam, vicino al famoso canale Sigel, al limite del the Arty Jordaan quarter.
L’ingresso è formato da una piccola vetrata dalla quale si possono vedere i pochi tavolini interni e le pareti completamente ricoperte di adesivi dei visitatori, di dollari americani, cartine con sopra scritti i pensieri dei turisti e foto. Un orologio segna sempre le 4:20, l’ora americana per fumare.



Fornito di un piccolo bar, lo staff è molto amichevole, e disponibile.
Il menu è tra i migliori di tutta Amsterdam, sicuramente tra i primi dieci, se non tra i primi cinque coffee della città: forse non troverete posto per fermarvi nel locale, ma una visita è quantomeno d’obbligo. 
I prodotti caratteristici del coffee sono diversi ed è un peccato non provare i loro strains home made tra cui: Double Bubble Gum, Stonehedge, Wobbler, 4077, Yellow Cab e il Grey Mist Crystal - Trichromes. 



Forse il prodotto più conosciuto del Grey Area: la Grey Mist Crystal 

E' disponibile anche un'ampia scelta di bong di vetro, utilizzabili dai clienti a costo zero.
Il Grey Area ha ottenuto numerosi riconoscimenti per la qualità dei suo prodotti, e diversi piazzamenti nella: 


Cannabis Cup

2° posto: Chocolope (2007)

3° posto: Martian Mean Green (2006)

Dutch Hash Cup
3° posto: Grey Area Crystal (2009, 2008, 2007)
Import Hash Cup
3° posto: Grey Mist Crystal (2001)

THE BUSHDOCTER


Altra pietra miliare dei coffeeshop ad Amsterdam ed altra meta straconsigliata!
Il coffee è sito in Thorbeckeplein 28.
Il locale è gestito da italiani ed i budtenders sono molto gentili e cordiali.
Il piatto forte della casa sono le estrazioni, infatti il bushdoctor ha vinto svariante cannabis cup proprio nella categoria hash!
I prezzi delle estrazioni sono decisamente non alla portata di tutti, le migliori arrivano a costare anche 90 euro al grammo ma vi assicuro che 0,2 di quelle prelibatezze vi spaccano le ginocchia a metà ed hanno un sapore spettacolare!
Il coffee è anche ricco di strumenti per gustare le loro estrazioni quali il vapo volacano digit e diversi bong e pipe oil ring!
Insomma se il denaro non è un problema per voi, io vi dico che questo è uno dei coffee che dovete assolutamente visitare.
L'ambiente è semplice ma accogliente, una delle caratteristiche dell'interno che più preferisco sono le diverse scritte sulle pareti che danno all'ambiente un tocco più "underground".


Il Bushdocter non sarà tra i coffee che hanno avuto più riconoscimenti ufficiali, ma si è classificato per ben due volte in buona posizione all'interno della categoria hash della Cannabis Cup
.

Cannabis Cup, categoria Import Hash
2° posto: Bab Bereb (2003) 
3° posto: Daisy Cut (2002)


AMNESIA 




Il menu ripropone i grandi classici di Barney’s vincitori di tante cannabis cup. 
L’ Amnesia è senza mezzi termini uno dei Top Coffeeshop di Amsterdam.
Di proprietà del Barney’s, non ha voluto cambiare il nome per non disperdere quella brand awareness che il coffeeshop aveva guadagnato negli anni, a dimostrazione che il posto merita.
Si trova su Herengracht, giusto ad ovest di Dam, e nelle belle giornate vengono disposte panche e tavolini all’aperto, affacciati su uno dei canali più belli della città. La strada e il canale su cui si affaccia sono molto tranquilli, nel pomeriggio ci si può rilassare prendendo il sole e godendosi la vista. L’interno del locale, per contrasto, è stile lounge, piu curato e raffinato, con tavolini, divanetti e sedie, e da più l’idea di un piccolo rifugio. Molto particolare il tema psichedelico bianco e nero sui muri.


L’Amnesia è rinomato per la qualità del suo juice bar: frullati, cappuccini, frappè, succhi ecc sono di prima qualità; buona scelta anche di dolci, comprese delle torte (non space cake) molto golose.
Il menu è una piacevole sorpresa: il menu ripropone i grandi classici di Barney’s vincitori di tante cannabis cup, offrendo una selezione di primissimo livello sia di hash che di weed. I prezzi risentono della qualità, ma nel complesso questo locale fatica a trovare eguali.
Disponibili anche 3 vaporizzatori e diversi bong che possono essere utilizzati da chiunque entri nel locale.
Amnesia coffee shop ha vinto un paio di volte la Cannabis Cup:

Cannabis Cup, categoria Import Hash

1° posto: Azila (2009) 

1° posto: Shiraz (2008)

PRIMA PARTE

Nessun commento:

Item Reviewed: I migliori Coffee-Shop di Amsterdam Pt.2 Rating: 5 Reviewed By: Emanuele Kcaj