STAY HIGH

Occhi: lo specchio delle droghe


Alcuni farmaci, l’alcool e le droghe oppioidi causano alle pupille un restringimento. Altre droghe come l’anfetamina, la cocaina (in caso di overdose causa un restringimento), l’LSD e la mescalina inducono le pupille a dilatarsi. I poliziotti lo sanno e usano l’osservazione degli occhi per capire se si è sotto gli effetti  di stupefacenti. Le pupille ristrette hanno in media una grandezza inferiore ai 3 mm e dilatate  una grandezza superiore di 6.5 mm (Richman et al. 2004).
Ma come mai questo succede? Ho raccolto alcune informazioni, non sono in tutti i casi strettamente correlate alle droghe, possono essere i motivi?

Gli occhi ma soprattutto le nostre pupille, non solo ci aiutano a vedere, guardare, ma segnalano anche che cosa sta succedendo nella nostra mente.

La ricerca ha dimostrato che più il cervello lavora duramente e s’impegna, più le pupille si dilatano. Quando Hess e Polt (1964) diedero ai partecipanti dell’esperimento, compiti via via più difficili da completare, notarono che le pupille di questi si dilatavano e diventavano sempre più grandi.
La ricerca di Poock (1973) verifica  inoltre che quando le menti delle persone vengono sovraccaricate fino al 125% delle loro la capacità, le pupille smettono di dilatarsi e si contraggono immediatamente!

La dimensione delle mie pupille possono anche segnalare se sono interessato a quello che stai dicendo.
Bianco e Maltzman (1977) fecero ascoltare ai loro allievi 3 brani di 3 libri: uno era erotico, uno più cruento sulla mutilazione mentre il terzo parlava di argomenti neutrali.
In un primo momento le pupille degli allievi si dilatarono per tutti e 3 gli argomenti. Ma in seguito le pupille rimasero dilatate per tutto il tempo durante i brani del libro erotico e di quello sulla mutilazione.
Le pupille come la mia mente sono suscettibili a tutto ciò che è nuovo in un primo momento; se un argomento m’interessa particolarmente però, le mie pupille continueranno a rimanere dilatate e l’effetto novità non svanisce.

Può essere quindi che la nostra mente reagisca alla forte stimolazione donataci dalle droghe come reagirebbe a un grande impegno o, più probabilmente a un fattore interessante. Lo considero possibile, non credo di essere l’unico a pensare che il mondo sia decisamente più interessante dopo l’assunzione di una droga.

La costrizione o dilatazione della pupilla è controllata da un muscolo, collegato a diverse fibre di nervi, di conseguenza un'altra possibilità è che le sostanze assunte vadano a influenzare le azioni del nervo compromettendone temporaneamente la funzionalità corretta.

Cosa ne pensate fattoni?
Lasciate un commento qui sotto, magari sapete qualcosa che io non so, lo aggiungerò subito all'articolo.


-Kokopelli-

Nessun commento:

Item Reviewed: Occhi: lo specchio delle droghe Rating: 5 Reviewed By: Freed From Music