STAY HIGH

Voce ai drogati - Carta dei diritti delle persone che usano sostanze

Genova, 1 Marzo 2014, "Sulle orme di don Gallo" per ricordare un grande prete dalle mille sfaccettature, dal cristianesimo all'anarchia, dal pacifismo al libero pensiero.
Un convegno del quale sarebbe stato contentissimo e il cui frutto è stata la Carta dei diritti delle persone che usano sostanze.




Associazioni, gruppi, operatori, persone, movimenti si sono riuniti a Genova il 28 Febbraio e il 1 Marzo per discutere e chiarire i diritti troppo spesso calpestati di tutti coloro che usano, hanno voglia e hanno bisogno di usare sostanze di qualsiasi tipo. Diritti che spesso non sono mai stati presi in considerazione, totalmente assenti nelle teste delle persone. I drogati devono essere repressi, allontanati, discriminati, al massimo aiutati, come dei pazienti. Ma i drogati sanno anche organizzarsi, sanno parlare e sanno esporre delle richieste, sanno farsi sentire. 
Questo è a grandi linee ciò che è scaturito dai due giorni di dibattito e confronto:

1. Si chiedono al Governo misure legislative urgenti volte a sanare disparità di trattamento tra coloro che sono stati condannati sulla base della ormai incostituzionale legge Fini-Giovanardi. Nella stessa sede dovrà essere anche adeguato il reato di lieve entità a causa della rinnovata distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti, con conseguente ridefinizione dei limiti di pena.
2. Si chiede anche il rinnovamento di tutte le istituzioni agenti riguardo le politiche sulle droghe a partire da quelle a livello nazionale fino a quelle a livello locale, sostituendole con enti più competenti.

Si propone inoltre:

1. La completa revisione delle pene stabilite dal Testo unico sulle sostanze stupefacenti.
2. La depenalizzazione del possesso, della cessione gratuita di piccoli quantitativi di sostanze destinati all'uso personale, anche di gruppo, e della coltivazione domestica di piante di cannabis per questi stessi fini.
3. Una regolamentazione legale per quanto riguarda la produzione, la circolazione e la libera coltivazione della cannabis e dei suoi derivati.
4. Nuovi e più efficienti servizi per le dipendenze con l'attuazione di politiche di riduzione del danno che mirano al benessere di coloro che usano sostanze.
5. Che gli enti locali possano derogare il patto di stabilità interno a seconda delle varie situazioni specifiche in modo tale da tutelare i diritti fondamentali delle persone. 

Il convegno vuole partire dalla significativa abolizione della Fini-Giovanardi per arrivare a rivedere tutto il quadro politico, legislativo, amministrativo e giudiziario sulle droghe. 

"Niente su di noi, senza di noi!", dalla Carta dei diritti delle persone che usano sostanze.


Nessun commento:

Item Reviewed: Voce ai drogati - Carta dei diritti delle persone che usano sostanze Rating: 5 Reviewed By: Mattia D'Ambrogio