STAY HIGH

La scienza nell'arte del rollare


Il confezionamento di spinelli è un'arte che si perfeziona nel tempo e che finisce per diventare personale, uno stile. Tuttavia esistono requisiti che definirei auspicabili sia nel rollatore, sia nel fumatore, per ottenere il massimo rendimento con in minimo danno, al portafoglio e alla salute.
I requisiti di uno spinello sono relativi alla sua capacità di permettere una combustione uniforme e completa alla miscela contenuta, favorire il tireggio, ma produrre un fumo "fresco", da ultimo deve contenere il minimo quantitativo di sostanse estranee (tabacco, colla, carta).
Per ottenere anche dal punto di vista chimico una combustione completa è necessario che la mistura da fumare sia uniforme nel taglio e rollata leggermente "sciolta" , deve cioè, proprio per assicurare un miglior tiraggio, essere un po' più soffice di una normale sigaretta. Per questa ragione è utile anche in diametro della canna, nella parte fumabile, sia superiore a quello delle normali sigarette, il vantaggio è che si possono fare boccate più brevi e ugualmente gratificanti. Gli spielli lunghi e stretti sono molto eleganti, ma hanno lo svantaggio di far "allungare" la brace. Questo aspetto è importante perchè, quando la brace si allunga, a causa di boccate ripetute e prolungate (anche a causa di una canna troppo affusolata), la combustione risulta chimicamente incompleta, producendo maggior numero di sostanze tossiche. Fumare in questo modo è anche il miglior modo per rovinare in gusto del prodotto, perchè il fumo molto caldo scalda ripetutamente il contenuto, distillandone le sostanze aromatiche più volatili in un paio di tiri...golosi. Rispettare delle pause tra un tiro e l'altro è una buona pratica per lasciare raffreddare la parte ancora da fumare e dare tempo alla combustione di procedere completamente. Proprio per non produrre fumo troppo caldo e combustioni poco uniformi è consigliabile che nè il tabacco ne la marijuana siano completamente secchi e polverosi. Un giusto grado di umidità fa si che non si polverizzino quando si mischiano. La polvere, rollando, si deposita tutta su un lato della canna che tenderà a bruciare più lentamente del resto, in quanto essendo più compatto farà circolare meno aria. Quindi anche l'hashish è utile che non sia allo stato polveroso, ma in piccoli grumi tutti della stessa grandezza (circa 1mm). Può essere utile un coltello o delle forbici per questa operazione, sminuzzando il tutto in modo uniforme e solamente nel momento in cui si vuole fumare.

Tecnica di rollaggio al contrario (a bandiera)

E' una tecnica di confezionamento raccomandata perchè ha il pregio di eliminare tutta la parte di cartina in eccesso.
1-Si rolla la canna normalmente, avendo però l'avvertenza di girare la cartina al contrario, con la colla rivolta all'esterno e dal lato del rollatore.
2-Si chiude sovrapponendo la cartina in eccesso al bordo gommato e reggendo lo spinello con entrambe le mani.
3-Si individua in trasparenza la zona sovrapposta per inumidire e poi assicurare l'adesione schiacciando dolcemente lungo la linea sovrapposta alla colla, mantenendo la presa. Volendo si può ora attendere qualche secondo perchè si asciughi, assicurandosi l'aderenza.
4-Si strappa la carta in eccesso lentamente, partendo dal lato del filtro, controllando che lo strappo segua la striscia incollata.
5-Si saggia l'uniformità di distribuzione della miscela all'interno dello spinello palpando tra pollice e indice per tutta la lunghezza. Se si riscontrassero zone più sode e compatte si provvederà a uniformare la consistenza maneggiando con delicatezza la canna. Se non si è gia provveduto è utile, prima dell'accensione, pressare leggermente lo strato di prima accensione per compattarlo, poichè quando si accende l'umidità contenutavi lo farà gonfiare leggermente facendo cadere qualche brace accesa. Compattando il primo strato l'accensione sarà più uniforme e l'inconveniente delle caccole svanirà.
Un'altro accorgimento è quello di predisporre un "fondino", ovvero uno strato vicino al filtro costituito di solo tabacco che si eviterà accuratamente di fumare, per evitare il fumo caldo ed irritante delle ultime boccate.
Portando lo spinello alle labbra prima di accenderlo ed aspirando si sente che l'aria lo attraversa più liberamente che in una normale sigaretta senza filtro: segnale che il tiraggio è assicurato.
Non resta altro da fare che prepararsi alla degustazione bruciando prima la carta in eccesso all'apice della canna. Ho detto "degustazione" non a caso, infatti la canna è ancora, a mio avviso, il sistema più pratico per gustare i prodotti della cannabis anche a livello sensuale e condividerlo con altri.

-Kokopelli-

Nessun commento:

Item Reviewed: La scienza nell'arte del rollare Rating: 5 Reviewed By: Freed From Music