STAY HIGH

La canapa è il nuovo volto della bioedilizia

Costruire una casa a base di canapa? È possibile, grazie alla fusione tra calce e canapa. 




I due materiali vengono utilizzati per creare un innovativo biomattone, e non solo, leggero e solido allo stesso tempo. Caratteristiche che sembrano un ossimoro, ma grazie alla ricchezza di silice contenuta nel canapulo (stelo della pianta di canapa), la calce si solidifica velocemente e con il passare del tempo avvia il processo di pietrificazione del mattone.

Grazie a questa nuova "lega", vengono costruiti molti materiali edili che hanno proprietà eccezionali:

  • isolamento acustico, infatti questo biocomposto assorbe le onde acustiche per una percentuale pari al 90% tra i 500 e i 2000 Hz;
  • isolamento termico, utile specie nei mesi caldi, permetterebbe di risparmiare sugli impianti di raffreddamento come condizionatori d'aria;
  • durabilità, perchè la calce mineralizza la canapa rendendola inattaccabile a muffe, insetti, roditori, etc.;
  • resistenza all'incendio, senza bisogno di aggiunte chimiche;
  • materie prime inesauribili, vista l'immensa quantità naturale di calcari (da cui viene ricavata la calce) e la produzione di canapa, che ogni anno può essere piantata per ettari;
  • carbon negative, ovvero che assorbe anidride carbonica, infatti una tonnellata di canapulo secco riesce ad assorbire intorno a 320 kg di anidride carbonica.
Quindi, questa nuova tecnologia del mondo edile può essere definita rivoluzionaria, portatrice di enormi vantaggi. 



L'Italia fortunatamente è sulla scia di altri Paesi che già la usano da anni, e si sta attrezzando a poco a poco.


(Fonte: ilfattaccio.org)

Nessun commento:

Item Reviewed: La canapa è il nuovo volto della bioedilizia Rating: 5 Reviewed By: Mattia D'Ambrogio