STAY HIGH

Ecco i Paesi che potrebbero, a breve, legalizzare la cannabis

In tutto il mondo (o quasi) si sta parlando di legalizzazione della cannabis, fino ad ora Colorado, Washington e Uruguay hanno aperto la strada verso il cambiamento



Da Informazione in un click: Le discussioni sono cominciate alla fine del 2012, quando Washington e Colorado hanno votato a favore per legalizzare la marijuana, e nel mese di Dicembre anche l'Uruguay ha legalizzato la produzione, la vendita e il consumo di cannabis.
L'Uruguay è l'unico paese ad aver  legalizzato in tutte le sue forme la marijuana, ma ci sono diversi paesi pronti a cambiare le proprie leggi a riguardo.

1. Argentina

La Corte Suprema argentina ha depenalizzato il possesso personale di droghe, tra cui quello della marijuana, nel 2009. Ma la legalizzazione potrebbe essere all'orizzonte. Lo scorso dicembre, dopo che l'Uruguay ha legalizzato la cannabis , lo zar della droga dell'Argentina ha detto che il suo paese dovrebbe seguire il suo esempio.

2. Brasile

Il possesso di droga è consentito anche in Brasile, anche se i trafficanti sono ancora puniti. Nel mese di Febbraio un giudice federale ha stupito la comunità giuridica assolvendo un commerciante di marijuana e affermando che le leggi sono incostituzionali. Mentre la decisione è passata in appello, alcuni credono che ciò potrebbe portare ad una seria riconsiderazione delle politiche della cannabis.

3. Canada

Per l'elezione federale che si terrà nel 2015, molta attenzione  è rivolta alla legalizzazione della marijuana. Il leader del Partito Liberale del Canada, Justin Trudeau, è sempre stato un sostenitore dichiarato della regolamentazione della marijuana come quella dell'alcoolIl governo canadese sta introducendo un sistema commerciale per la marijuana a scopo terapeutico, mentre la legalizzazione della marijuana ad uso ricreativo è entrata fra le proposte della campagna del Partito Liberale.    

4. Guatemala

Il presidente Otto Perez Molina è stato uno dei più forti sostenitori della riforma della politica delle droghe presso l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite lo scorso autunno. Nel suo discorso, il presidente del Guatemala ha elogiato Uruguay e gli stati di Washington e Colorado per l'adozione di un approccio "visionario" alla politica sulla marijuana. Il presidente Molina ha anche annunciato che il suo paese avrebbe intrapreso uno studio di approcci alternativi per le leggi sulla droga.

5. Giamaica

Nonostante una lunga tradizione culturale del consumo di marijuana, la Giamaica è rimasta indietro rispetto a paesi più progressisti per quanto riguardano le riforme. Lo scorso anno, la marijuana a scopo terapeutico ha raccolto un sostegno significativo da parte dei vertici politici, tra cui il ministro della salute Fenton Ferguson. I cambiamenti che ci sono stati in Uruguay e Stati Uniti hanno ridato una speranza anche gli attivisti giamaicani.

6. Messico

La legge federale in Messico rimane dura per tutte le droghe, tra cui la marijuana, nonostante il fiorente commercio della droga che alimenta i cartelli locali. Il possesso personale di stupefacenti è stato depenalizzato nel 2009. Potrebbe arrivare presto un cambiamento drastico nella capitale della nazione. Nei mesi precedenti i legislatori di Città del Messico hanno introdotto un disegno di legge che legalizza la vendita di marijuana a scopo ricreativo.

7. Marocco

Il piccolo paese africano sembra essere il primo produttore di hashish del mondo. In realtà, l'hashish contribuisce per il 10% sull'economia della nazione, e molti agricoltori marocchini si basano su coltivazioni di marijuana per provvedere al loro sostentamento. Ora, due partiti principali hanno iniziato a discutere la legalizzazione della cannabis medica e industriale, come un modo per stimolare la crescita economica del paese e legittimare il commercio per gli agricoltori che dipendono da tutto ciò.

8. Paesi Bassi

L'Olanda è da tempo riconosciuta per il suo approccio liberale alla marijuana. Dagli anni '70, negozi di caffè (coffee shop) in tutto il paese sono stati autorizzati a vendere marijuana a residenti e turisti. Tuttavia,  sono molte le critiche sul divieto della produzione e la distribuzione, e di conseguenza si è creato il problema che costringe ai coffe shop a rifornirsi illegalmente. Con un tale buco evidente nella legge, non c'è da sorprendersi che i sindaci di 35 città si sono riuniti per chiedere un sistema della marijuana completamente legalizzato.

9. Stati Uniti

La legge federale considera ancora la marijuana come sostanza presente nella Tabella I . Nonostante il presidente Barack Obama ha fatto un confronto interessante tra marijuana e alcol, non c'è alcun segno di cambiamento per questa legge, o almeno per ora. D'altra parte, il calcio d'inizio delle vendite di marijuana legale in Colorado ha attirato notevole attenzione da parte del pubblico. Nuove leggi sulla marijuana entreranno in vigore a Washington entro la fine dell'anno. Eccetto che si verifichi una grave catastrofe in questi due stati, è molto probabile che, nel tempo, i legislatori dovranno affrontare una pressione crescente per legalizzare la marijuana a livello federale.
(Fonte: leafscience.com)

Nessun commento:

Item Reviewed: Ecco i Paesi che potrebbero, a breve, legalizzare la cannabis Rating: 5 Reviewed By: Informazione in un click