STAY HIGH

Svuota-carceri, tanti saluti alla Fini-Giovanardi. Ma adesso che succede?

La Corte Costituzionale ha giudicato la legge Fini-Giovanardi incostituzionle,
Con un ritorno automatico alla legge precedente, cioè alla Iervolino-Vassalli del 1990.






La differenza principale tra le due leggi è il loro diverso approccio sulla definizione di droghe leggere e droghe pesanti
con pene molto severe ed un sistema che negli anni ha contribuito al sovraffollamento delle carceri.

Il ritorno alla legge Iervolino-Vassalli potrebbe interessare circa 10mila detenuti, che potrebbero dunque lasciare il carcere in tempi brevi. Benefici assicurati anche per chi attualmente ha in corso un processo per detenzione e trasporto di droghe leggere. La situazione carceraria italiana è drammatica: circa 65mila detenuti, nonostante la capienza massima delle nostre strutture di reclusione non superi i 40-45mila. Ciò ha portato al collasso un sistema con oltre 20mila persone in esubero. In assenza di fondi per la costruzione di nuovi carceri, la strategia del governo, su suggerimento del presidente Napolitano, è quello di adottare provvedimenti che allentino la pressione. L'adozione della Iervolino-Vassalli potrebbe aiutare in questo senso.

La severità della Fini-Giovanardi ha contribuito a riempire le carceri. Sono quasi il 40% le persone che oggi si trovano detenute a causa di questa legge. Quasi il 15% di queste si trova agli arresti per piccole quantità di droga "domestica", mentre molti altri sono quelli che si trovano in prigione ma che potrebbero tranquillamente essere trasferiti in istituti per tossicodipendenti. 



La bocciatura delle legge remerà quindi in senso opposto, tentando di sfoderare la tolleranza nei casi meno gravi e ristabilendo un sistema che il popolo aveva contribuito a costruire col referendum del 1993. Se a tutto ciò si aggiunge che il Parlamento starebbe pensando di approvare una legge che abolisca il reato di clandestinità (altro reato che ha contribuito al sovraffollamento), si potrebbe verificare un effetto "svuota-carceri" ben più ampio rispetto al previsto.



Nessun commento:

Item Reviewed: Svuota-carceri, tanti saluti alla Fini-Giovanardi. Ma adesso che succede? Rating: 5 Reviewed By: vper Vanos